L’Associazione Italiana di Gastroenterologi ed Endoscopisti digestivi ospedalieri – AIGO, compie 50 anni. Per questo torna per la quinta volta il MIMI “Montecatini Interactive Medicine International” promosso dall’associazione: al Grand Hotel Vittoria Centro Congressi, nei giorni di venerdì e sabato prossimi, si svolgerà l’evento centrale internazionale per festeggiare l’importante anniversario con la presenza di specialisti provenienti dai più prestigiosi ospedali.

Ecco il MIMI – Montecatini Interactive Medicine International

Il congresso sarà incentrato sulla discussione di casi clinici, con il paziente al centro del percorso decisionale, con l’obiettivo duplice di integrare la necessità di sviluppare nuovi percorsi clinici e di ottimizzare la “complicità” medico-paziente, evolvendo da una medicina basata sull’evidenza ad una medicina basata sul valore atteso da parte del paziente

Tale discussione permetterà anche un confronto fra due servizi sanitari, quello italiano e quello inglese, che presentano molti punti a comune, ma anche alcune differenze sostanziali.

La struttura del congresso ha stimolato la partecipazione di specializzandi e neo-specialisti: saranno presenti circa 20 giovani medici provenienti da diverse zone del territorio nazionale a cui è stata offerta ospitalità e partecipazione gratuita da parte del Comitato Scientifico.

“Uno degli obiettivi di questa intensa “due giorni” – ha dichiarato il presidente nazionale AIGO dottor Giuseppe Milazzo – sarà quello di promuovere la sensibilizzazione e la conoscenza delle malattie dell’apparato digerente per curarle, ma soprattutto prevenirle, prevenirne l’evoluzione con strumenti etici quali lo stare insieme, offrire cultura e rispetto della persona”.

Il congresso sarà condiviso con i colleghi del Royal Free Hospital di Londra, per dare continuità al progetto MIMI, che vedrà quindi, come da tradizione, la collaborazione con l’UCL Institute for Liver and Digestive Health diretto dal professor Massimo Pinzani, in una sorta di rinnovato gemellaggio scientifico fra le due realtà.

Leggi anche:  Natale all'insegna della solidarietà per il Club Lotus Italia

L’AIGO è una società scientifica fondata nel 1969 che raccoglie ad oggi oltre 1.200 medici, interessati alla gastroenterologia, alla epatologia ed alla endoscopia nei loro vari aspetti. L’associazione è formata da medici che lavorano nel Sistema Sanitario Nazionale, all’interno degli ospedali, dei policlinici universitari e negli ambulatori specialistici.

Di questa quinta edizione del MIMI sono coordinatori e responsabili scientifici il dottor Paolo Montalto, membro del direttivo nazionale AIGO il dottor Alessandro Natali, Direttore della Struttura Complessa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Pistoia, ed il Professor Massimo Pinzani, Direttore dell’Institute for Liver and Digestive Health – University College of London.

AIGO sta investendo le sue risorse umane e materiali nel sostenere i programmi di screening, nel diffondere le raccomandazioni per la buona pratica clinica anche nelle realtà periferiche, e nel partecipare alla stesura di linee guida nazionali collaborando con altre società scientifiche all’interno del Sistema Nazionale Linee Guida in qualità di Società Scientifica di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva accreditata presso il Ministero della Salute.

In quest’ottica si inserisce il concerto esclusivo di venerdì 21 giugno che si svolgerà al Grand Hotel&La Pace, nell’ambito del congresso di cui è protagonista David Helfgott, il pianista australiano reso celebre dal film “Shine” – Premio Oscar 1996 – che ha voluto “donare” la sua musica per celebrare i 50 anni di attività di AIGO.

Leggi anche: Montecatini, pronta la giunta di Baroncini: Greco, primo vicesindaco donna