In tempo di crisi e di dibattito politico continuo (soprattutto sui social network), non è difficile imbattersi in episodi al limite del ridicolo. E’ infatti di pochi giorni fa l’appello via Twitter di Alessandro Borghi in cui chiede agli iscritti al social di non taggarlo più in dibattiti politici: “Sono l’attore, non Claudio il politico”.

Borghi chi? Scambio tra Alessandro e Claudio

“Ragazzi, vi prego, sono Alessandro Borghi, non Claudio, smettetela di menzionarmi in dibattiti politici di dubbio gusto”.  Ha scritto così l’attore di “Suburra”, “Napoli velata” e “Sulla mia pelle” riferendosi a chi su Twitter lo tagga scambiandolo erroneamente con Claudio Borghiesponente di spicco della Lega nonché volto noto della politica comasca. Borghi, il politico, infatti è consigliere comunale a Como, consigliere regionale in Toscana e parlamentare alla Camera dei Deputati oltre ad essere referente economico della Lega di Matteo Salvini.

Dal canto suo l’esponente leghista non ha mancato di rispondere con ironia, creando un siparietto social davvero divertente. In risposta al tweet dell’attore ha infatti scritto: “E io sono Claudio Borghi, il politico, non Alessandro l’attore, ma se volete continuare a dirmi che sono bellissimo in suburra e a postare gif di dighe che si aprono o di cascate fate pure”. Insomma, utenti, attenzione quando scegliete il nickname di coloro che volete taggare. 

LEGGI ANCHE: CORPO RITROVATO NELL’ARNO DOMENICA

Leggi anche:  Varco di San Vitale: da lunedì 2 settembre saranno ripristinate le fasce di chiusura

LEGGI ANCHE: SITO PISTOIA CAPITALE EUROPEA CON LINK HARD