Allergene non dichiarato: Ministero segnala ritiro lotti di salame e salametto Fiorucci. Rischio per i consumatori allergici. All’interno ci sarebbero tracce di latte non segnalate in etichetta.

Salame e salametto Fiorucci ritirati

Il consiglio per chi abbia intolleranze o allergia di non consumare i prodotti oggetti del richiamo. La tutela del consumatore e la sua salute, prima di tutto. Cresce l’attenzione per la sicurezza alimentare ancora di più se ha a che fare con le allergie. Per questo il Ministero della salute in data odierna ha diffuso il richiamo attraverso un doppio avviso pubblicato oggi, sabato 5 ottobre, sul proprio sito internet, la decisione di ritirare dal mercato alcuni lotti di salame e salametto a marchio Fiorucci per possibile presenza di allergeni.

Allergene non dichiarato

In particolare, sarebbe stato riscontrata all’interno dei prodotti oggetto del provvedimento la presenza di latte non dichiarato in etichetta e che dunque potrebbe essere nocivo per la salute di quanti presentano intolleranze o allergie al lattosio. Si tratta, come si legge sulla piattaforma del Dicastero, del Salame classico il gusto d’Italia e del Salametto, entrambi con marchio di identificazione CE IT 272 L, venduti in confezioni da 150 grammi e prodotti nello stabilimento di Santa Palomba (Rm) della Cesare Fiorucci Spa.

Leggi anche:  Insulta Greta Thunberg su Facebook, licenziato allenatore giovanissimi del Grosseto calcio

I lotti richiamati

Nello specifico, sono richiamati i seguenti lotti di Salame classico il gusto d’Italia: 9050196000 (scadenza 13/10/2019); 9050214000 (scadenza 31/10/2019); 9050224000 (scadenza 10/11/2019); 9050233000 (scadenza 19/11/2019); 9050240000 (scadenza 26/11/2019); 9050246001 (scadenza 02/12/2019); 9050261000 (scadenza 17/12/2019); 9050246000 (scadenza 02/12/2019).

Per quanto riguarda il Salametto, invece, i lotti interessati sono:9050196000 (scadenza 13/10/2019); 9050214000 (scadenza 31/10/2019); 9050224000 (scadenza 10/11/2019); 9050233000 (scadenza 19/11/2019); 9050240000 (scadenza 26/11/2019); 9050246001 (scadenza 02/12/2019); 9050261000 (scadenza 17/12/2019).

Allerta del Ministero

Pertanto, come sempre in casi di ritiro o richiamo di prodotti alimentari da parte del Ministero della Salute, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda a tutte le persone con allergie alimentari o intolleranze a latte e derivati di non consumare il prodotto segnalato o di restituirlo presso il punto di acquisto. La segnalazione è stata pubblicata sul nuovo portale dedicato alle allerta alimentari del Ministero della salute. L’avviso è stato diffuso anche attraverso il Rasff.

LEGGI ANCHE:Il ciclista Giovanni Iannelli lotta per la vita ad Alessandria

LEGGI ANCHE:Poliziotti uccisi a Trieste. Rose sulle volanti del Commissariato di Poggibonsi

TORNA ALLA HOME PAGE