Gli inquirenti ritengono di avere prove sufficienti sulla 31enne operatrice socio sanitaria di Prato che ha avuto una relazione con un minorenne da cui, quando lui aveva appena 15 anni, ha avuto un figlio.

Figlio da un 15enne: processo immediato

Processo immediato per la 31enne di Prato che ha avuto un figlio da un ragazzino che oggi ha 15 anni.

Lo ha deciso la procura di Prato che ieri ha ottenuto dal gip un rito ridotto, proprio come era nelle intenzioni fin dall’inizio.

Lo stesso 15enne è stato ascoltato in un’audizione protetta. Era stato chiesto l’incidente probatorio perché il giovane non fosse costretto a subire nuovamente lo stress in un’aula del tribunale. Adesso arriva anche la decisione del processo immediato che si terrà il primo luglio al tribunale di Prato.

La storia

La 31enne era un’amica di famiglia, frequentavano la stessa palestra, e da quando il ragazzino aveva 13 anni gli dava lezioni di ripetizione nonostante non fosse un’insegnate ma una operatrice socio sanitaria. La famiglia del ragazzino ha denunciato la donna quando il 15enne ha ammesso che tra i due c’era stata una relazione sessuale e che la donna gli aveva detto che il figlio che aveva appena avuto era suo.

Leggi anche:  Apprensione per la scomparsa di Serena Zicca a Pistoia

La difesa

Intanto gli avvocati della donna, dopo ave chiesto la revoca degli arresti domiciliari (invece confermata dal tribunale delle Libertà di Firenze), hanno chiesto e ottenuto dei permessi per delle visite specialistiche della 31enne stessa che ha affermato anche davanti tribunale di essere malata e di aver bisogno di un aiuto psichico.

GUARDA IL VIDEO: SESSO CON MINORE, LA DONNA CONFERMA

LEGGI ANCHE: L’ARRESTO DELLA DONNA