E’ Ilaria Pazzagli il nuovo direttore della struttura di Oncologia dell’Ospedale di Pescia. La dottoressa, che è nata in provincia di Siena, ma vive in Versilia, ha un’esperienza oncologica iniziata già durante gli studi universitari con la tesi di laurea sulla “chemioterapia ad alte dosi” e proseguita con la specializzazione e i numerosi corsi di formazione, tra cui, quelli di progressione professionale. E’ responsabile del Gruppo Oncologico Multidisciplinare sul tumore mammario per Pistoia e Pescia, ed è membro di numerosi gruppi di lavoro, tra cui il Women for Oncology Italia (gruppo per la formazione manageriale alle leadership femminile in oncologia), il comitato di coordinamento per le medicine complementari in Oncologia e il Comitato aziendale per le medicine di genere.

Ha una vasta esperienza nel settore

Collabora da tempo con le diverse Associazioni Onlus del territorio, per la divulgazione scientifica dei principi di prevenzione e di nuove strategie terapeutiche nel tumore della mammella e per il miglioramento delle condizioni psicologiche, ma anche estetiche delle donne che subiscono cure ed interventi a seguito di una patologia tumorale.

L’Oncologia medica del presidio SS. Cosma e Damiano, diretto dalla dottoressa Sara Melani, ha un servizio di day hospital e di day service per le terapie, (aperto 5 giorni su 7, dalle ore 7.30 alle 17.00), ambulatori specialistici dedicati alle visite, comprese quelle della psico-oncologia e il CORD (Centro di riferimento Oncologico dipartimentale), per le prenotazioni di visite ed esami specialistici collegato al servizio di l’Aiuto Point – (Assistenza, Informazione, Urgenze nel Trattamento Oncologico attivo in tutti i presidi ospedalieri).

Leggi anche:  Coronavirus, incontro venerdì sera alla Pubblica Assistenza Avis di Buggiano

La struttura collabora con la cardiologia (diretta dalla dottoressa Gessica Italiani) per il percorso di Cardioncologia e interagisce con i Medici di Medicina generale.

Il personale è composto da 3 dirigenti medici: oltre alla dottoressa Pazzagli gli specialisti Daniele Checcacchi e Mauro Iannopollo,e da 9 infermieri coordinati da Fabio Osteri. La struttura semplice (SOS) di Pescia fa riferimento a quella complessa, che ha sede a Pistoia, diretta dal dottor Marco Di Lieto, a sua volta inserita nel dipartimento oncologico aziendale diretto dalla dottoressa Luisa Fioretto con cui collabora nell’applicazione dei protocolli di terapia e dei PDTA – Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali – della Regione Toscana.

Lo scorso anno sono state svolte 713 prime visite da parte dei medici della SOS di Pescia incluse quelle effettuate a Pistoia; 1850 prestazioni di Aiuto Point; 280 prestazioni di day hospital e day service; e 400 prestazioni di terapia ambulatoriale.

Leggi anche: Taglio del nastro per il polo cardiologico ambulatoriale dell’Ospedale di Pescia