Sono tanti gli interventi che daranno in questi giorni un nuovo volto al Parco Fluviale di Pescia e ne miglioreranno le possibilità di utilizzo da parte dei cittadini e dei visitatori.

Dopo la presentazione del nuovo percorso vita che è stato realizzato grazie al contributo del Lyons Club di Pescia, che offre l’opportunità di avere una struttura di qualità per chi vuole utilizzare il Parco Fluviale per fare del sano movimento, arrivano altre novità per l’arredo urbano e l’illuminazione della zona.

In questi giorni, infatti, l’amministrazione comunale sta procedendo alla sostituzione dei quattro tavoli che permettono alle persone di sedersi e , magari, farsi una partita a carte o a qualunque altro giorno al fresco del fiume. Oltre ai tavoli, vengono cambiate anche le panchine che davano in effetti la sensazione di essere ormai usurate dal tempo. In questo caso si tratta di 25 nuove panchine che saranno collocate dove sono le attuali, lungo viale Garibaldi e nel Parco Fluviale stesso.

Leggi anche:  Attenzione: lotti di antinfiammatorio Brufen ritirati dal commercio

La strada sarà oggetto anche di un intervento radicale per quanto riguarda l’illuminazione. Gli attuali impianti saranno sostituiti da moderne lampade a led, più efficaci a livello di intensità e molto meno dispendiose in termini di consumo elettrico.

“Con questi lavori il Parco Fluviale diventa più accogliente e più sicuro – commentano il sindaco di Pescia Oreste Giurlani e l’assessore all’ambiente Fabio Bellandi-. Per noi si tratta di un grande contenitore a disposizione dei pesciatini che vogliono fare sport oppure godersi il fresco di una estate che per ora tarda a arrivare, ma che esploderà con tutte le sue alte temperature”.

Su questo versante l’amministrazione comunale sta per realizzare altre interventi importanti:  novità per le fontane della Pescia, i giardini Simonetti e Nerja entro l’anno per poi proseguire   in tutte le frazioni sia per quanto riguarda i giochi per i ragazzi, le aree a verde e l’arredo di queste zone.

LEGGI ANCHE: Ballottaggi 2019: l’affluenza alle 12 nei Comuni al voto