Nuove auto Carabinieri. L’efficacia del dispositivo di controllo del territorio passa anche dall’efficienza dei mezzi utilizzati che debbono essere aggiornati tecnologicamente, non solo sotto il profilo delle prestazioni ma   anche sotto quello dei consumi e conseguentemente della minore incidenza inquinante.

Nuove auto Carabinieri

Al comando provinciale di Pistoia sono state assegnate dal Comando Generale dell’Arma, le prime autovetture ibride, già regolarmente utilizzate dalle stazioni di Pistoia di viale Italia e di Montecatini di via Tripoli. Si tratta di due Toyota Yaris “Hybrid” che consentono di  effettuare i servizi di perlustrazione nei centri abitati,  con un ridotto impatto ambientale. 

Il sistema ibrido

Il sistema propulsivo ibrido delle due auto infatti  è basato su un motore  a benzina di 1,5 litri al quale è accoppiato un motore elettrico alimentato da un pacco batterie che si ricarica in frenata e ogni qualvolta si rilascia l’acceleratore.

Benefici per l’ambiente

Il risultato è che si viaggia in città quasi al 50% delle percorrenze con il solo motore elettrico con benefici innegabili per l’ambiente. Il Comando Generale dell’Arma ha individuato nelle vetture ibride di queste dimensioni,  una risorsa  importante per le stazioni, che sono i presidi di base più diffusi nel territorio, e che consentono quindi  di operare al meglio sia nei centri storici  più vasti come il capoluogo, sia in quelli caratterizzati da abitati di dimensioni più contenute.

LEGGI ANCHE: CADE NEL BOSCO E SI FRATTURA LA CAVIGLIA

Leggi anche:  Incidente in via Nuova per Schignano: auto contro ciclista

LEGGI ANCHE: INCENDIO IN UN NEGOZIO: I VIGILI DEL FUOCO SPENGONO LE FIAMME FOTO