L’amministrazione comunale di Abetone-Cutigliano ha trovato l’accordo con la Provincia per farsi carico di supportare il ricorso amministrativo, già presentato, con una perizia giurata sul Ponte dei Mandrini. In caso di positivi riscontri, la Provincia si renderà disponibile a rivedere la propria ordinanza. Il racconto della mattinata di protesta e la voce dei montanini scesi a Pistoia in edicola da venerdì 21 giugno col GIORNALE DI PISTOIA E DELLA VALDINIEVOLE.

Stamani un incontro in piazza San Leone

Questa la decisione maturata stamani, a conclusione dell’incontro avvenuto tra la Provincia di Pistoia e il Comune di Abetone Cutigliano sulla questione relativa alla chiusura del Ponte dei Mandrini, sulla SP 20 Popiglio-Fontana Vaccaia.
La protesta dell’amministrazione comunale di Abetone Cutigliano, con in testa il sindaco, insieme ad oltre 200 residenti ed operatori economici della zona, è giunta oggi, verso le 10.30, in piazza San Leone per evidenziare con forza le problematicità dovute alla strada chiusa.
A ricevere i manifestanti è stato il vice presidente della Provincia Gabriele Giacomelli, che ha dichiarato piena disponibilità a fare subito un confronto, anche alla presenza del dirigente dott. Ferretti e dei responsabili dell’ufficio viabilità, per approfondire le problematiche del ponte e concordare un percorso condiviso.
Il presidente della Provincia Marmo, impegnato in altra sede, ha seguito costantemente al telefono la riunione e, seppur a distanza, ha condiviso la proposta concordata e la scelta di un percorso congiunto per una risoluzione del problema in tempi brevi.
Rimane in campo da parte dell’amministrazione provinciale l’impegno ad andare avanti per il sostegno alle verifiche strumentali necessarie a dare risposta definitiva al problema.

Leggi anche:  Buche nelle strade: ancora interventi in città

Leggi anche: Chiusura del ponte degli Alberghi a Pescia;