Dall’Ansa di questa mattina arriva la notizia del piano dell’Asl Toscana per contrastare il batterio Ndm (acronimo di New Delhi metallo beta-lattamasi) rilevato tra fine 2018 e inizio 2019 tra i pazienti degli ospedali toscani.

Super-batterio in Toscana, Asl attivate

La regione Toscana tramite la Asl è pronta ad attivare il piano contro il batterio che dal 2018 ha infettato molte persone nella zona soprattutto del nord della Toscana.

Ndm è un batterio tra i più resistenti agli antibiotici, che in Toscana si è presentato in alcuni pazienti tra il 2018 e il 2019. Tutte le Aziende sanitarie della Regione Toscana sono attivate per affrontare il fenomeno.

Lo riferisce la Regione aggiungendo che il fenomeno sta interessando in particolare l’Area Nord Ovest dove ci sono 350 pazienti portatori di batterio Ndm, di cui 44 infetti. La Regione ha varato un decreto con tutte le misure per contrastare la diffusione.

“Il numero di pazienti portatori dall’inizio della diffusione è costantemente monitorato – sottolinea la Regione – I portatori sono prontamente individuati e vengono messe in atto regolarmente le dovute precauzioni per non permettere la diffusione”.

Ieri intanto la notizia di un nuovo caso di Dengue a Barberino del Mugello –> clicca qui

Leggi anche:  Vaccini, nell'area pistoiese 242 bambini ancora senza esavalente

LEGGI ANCHE: CORPO RITROVATO NELL’ARNO DOMENICA

LEGGI ANCHE: SITO PISTOIA CAPITALE EUROPEA CON LINK HARD