La Polizia di Stato ha arrestato un quarantenne cittadino marocchino regolarmente residente a Pistoia, che ha accoltellato il padrone di casa, in quanto responsabile del reato di lesioni personale aggravate. Le volanti della Questura di Pistoia sono state inviate dalla sala operativa in via Modenese per una violenta lite in atto in strada.

All’arrivo della Polizia era già presente sul posto personale sanitario che stava prestando le prime cure alla vittima, un settantenne italiano. L’uomo è ricoverato in ospedale con una proroga di 15 giorni.

Il ferito era in stato di shock emotivo

La persona ferita, in forte stato di shock emotivo, presentava numerose segni di percosse su tutto il corpo con evidenti ferite riconducibili ad arma da taglio sulle braccia ed una vistosa ferita in testa. Dai primi accertamenti è emerso che era stato aggredito da un suo inquilino, un cittadino extra-comunitario, per futili motivi.

In particolare il proprietario era andato in casa dell’inquilino per effettuare alcuni lavori di manutenzione alle spalle dell’immobile di sua proprietà e pertanto doveva passare nella resede posta sul retro dell’abitazione stessa.

Per tutta risposta l’inquilino avrebbe iniziato ad inveire ed offendere il proprietario, ritenuto responsabile di andare continuamente in casa a disturbarlo con varie scuse, per poi prendere un coltello dalla cucina lungo circa 30 cm ​ con una lama di 15 cm. per usarlo contro il proprietario,  urlando di volerlo uccidere.

Leggi anche:  Trovata morta nel sacco a pelo, figlio e nuora indagati per occultamento di cadavere

Preso alla sprovvista il proprietario sarebbe stato colpito al braccio sinistro, e grazie all’utilizzo di una stampella che utilizza per deambulare, è riuscito a colpirlo a sua volta sulla mano destra facendogli cadere per terra il grosso coltello allontanandolo con il piede.

In tutta risposta l’inquilino avrebbe continuato a colpirlo con un bastone e poi con una sega da muratore di ferro tirandogliela in testa, sulle braccia e su tutto il corpo, procurandogli numerose ferite lacero contuse.

Solo l’arrivo dei mezzi di soccorso e della polizia ha fatto desistere l’aggressore dal portare a compimento l’insano gesto e correre a nascondersi in casa.

Al termine degli atti di rito il quarantenne marocchino è stato tratto in arresto ed è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria presso la Casa Circondariale di Pistoia.

Leggi anche: Pracchia, arrestato 63 enne: ha provato a strangolare il figlio