I militari della Stazione Carabinieri di Pescia hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di violazione di domicilio e tentata estorsione, F. V. pregiudicato di anni 28 residente a Pescia, resosi già protagonista nel recente passato di un altro episodio di furto all’interno di un ristorante e per il quale era stato arrestato sempre dai Carabinieri della Stazione di Pescia.

I carabinieri sono intervenuti per tempo

Il predetto, dopo aver sfondato la porta d’ingresso dell’abitazione della sorella, si introduceva al suo interno contro la volontà della stessa e, una volta dentro casa, cercava di costringere la donna tramite minacce e spintoni a farsi consegnare del denaro, che l’aggressore avrebbe sicuramente utilizzato per l’acquisto di sostanza stupefacente. L’arrivo tempestivo dei militari, impegnati nella consueta attività di controllo del territorio, riusciva ad impedire che l’azione delittuosa potesse degenerare ad ulteriori più gravi conseguenze.

L’uomo, pertanto, veniva tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, tradotto presso la Casa Circondariale di Pistoia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche:  Procedura di somma urgenza per il cedimento di parte dell’argine del Pescia agli Alberghi

Leggi anche: I carabinieri di Pistoia arrestano un 34enne: aveva con sè 30mila euro e dosi di cocaina