Sfruttamento di manodopera clandestina, sequestrata azienda agricola gestita da cittadini cinesi a Seano  (Carmignano).

Blitz in un’azienda agricola

I Carabinieri della Stazione di Carmignano e della Squadra di Intervento Operativo del Battaglione di Firenze, avvalendosi del supporto qualificato della locale Polizia Municipale, personale dell’ASL, Stazione Carabinieri Forestale di Prato e personale dell’Ispettorato del Lavoro, hanno controllato una azienda agricola situata nei pressi di via Statale. In particolare, per quanto riguarda l’attività dell’Arma, al termine del controllo e di successivi accertamenti, i militari hanno denunciato all’autorità giudiziaria pratese due coniugi di origini cinesi titolari della ditta per impiego della manodopera clandestina e deposito incontrollato di rifiuti. L’accesso alla ditta ha consentito di accertare che erano stato impiegato un lavoratore irregolare. All’interno del terreno agricolo e delle serre è stato rinvenuto un considerevole quantitativo di rifiuti speciali (materiale in plastica di vario genere, batterie di autoveicoli, veicoli in stato di abbandono nonché veniva riscontrata una illecita combustione di rifiuti). Il Nucleo CC Ispettorato del lavoro disponeva provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, comminando sanzioni amministrative per oltre 4000 euro. Il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Prato sottoponeva a sequestro circa 200 confezioni di sementi abusivamente importati dalla Cina, privi della prescritta certificazione. La Polizia Municipale rintracciava, all’interno di una porzione della casa colonica, dieci cittadini stranieri regolari alloggiati a titolo oneroso dai coniugi sequestrando la parte dell’immobile poiché abusivamente adibita a struttura ricettiva. Sono stati sottoposti a sequestro 35.000 mq di terreno agricolo oggetto di inquinamento.

Il sindaco: Non abbassare mai la guardia

“Un plauso alla Polizia municipale di Carmignano, ai Carabinieri della stazione di Carmignano e della Squadra intervento operativo del battaglione di Firenze, ai Carabinieri del nucleo Forestale di Prato, al personale della Asl e dell’Ispettorato del lavoro per la proficua sinergia e l’ottimo lavoro svolto finalizzato al ripristino della legalità. Ci sono delle regole che chi vive sul nostro territorio deve necessariamente rispettare, su questo non sono ammesse deroghe. Continueremo a tenere sempre alta la guardia attraverso un costante e capillare controllo del territorio affinché l’illegalità non trovi terreno fertile a Carmignano”.

Cosi il sindaco Edoardo Prestanti interviene in merito al blitz della squadra interforze che ha portato al sequestro di un’azienda agricola di Seano e alla denuncia dei due coniugi titolari della ditta per impiego della manodopera clandestina e deposito incontrollato di rifiuti.

Leggi anche:  Pistoia, 42enne arrestato in flagranza di reato per coltivazione di cannabis

L’aiuto dei cittadini

L’intervento della squadra interforze nell’azienda agricola di Seano è arrivato anche a seguito di molteplici segnalazioni compiute dai cittadini:

“Sono pervenute ai nostri uffici e al comando della Polizia municipale numerose segnalazioni, che sono state tutte ascoltate e gestite nei modi e nelle forme appropriate tramite il Comandante Rolando Palagini, che insieme alle altre forze dell’ordine ha contribuito alla buona riuscita dell’intervento – ha aggiunto il Sindaco Prestanti -. Grazie dunque anche ai cittadini, che invito sempre a segnalare, attraverso i canali dedicati (chiamando le forze dell’ordine in primis, oppure contattando gli Uffici preposti ai numeri e agli indirizzi presenti sul sito dell’Ente www.carmignano.po.it) situazioni sospette. Lavoriamo e collaboriamo tutti insieme per combattere ogni forma di illegalità e rendere il nostro territorio sempre più bello, pulito, decoroso e sicuro”.

LEGGI ANCHE: TROPPO VIA VAI IN PIAZZA, SCOPERTO GIRO DI SPACCIO