450 mila euro i redditi percepiti per lavoro domestico e non dichiarato: è quanto accertato dalla Guardia di Finanza di Pistoia nei confronti di colf e badanti a partire dall’inizio di questo anno.

Lavoro non dichiarato dall’inizio dell’anno: 13 “distratti”

Tutti i soggetti controllati sono risultati essere evasori totali, in quanto hanno omesso di presentare le dichiarazioni dei redditi per i compensi ricevuti. L’attenzione della Guardia di Finanza su questo fenomeno è scaturita da un’analisi dei dati forniti dall’INPS che ha provveduto a trasmettere ai militari della Guardia di Finanza un elenco dei datori di lavoro che hanno provveduto agli obblighi contributivi, che ha consentito di risalire ai lavoratori domestici sconosciuti al Fisco.

Tredici i lavoratori che hanno “dimenticato” di dichiarare i propri redditi, segnalati dalla Guardia di Finanza all’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche: Guardia di Finanza, il generale Galdino visita il soccorso aIpino di Abetone Cutigliano