Grande successo per la mostra ‘Le Scapate Donne oltre le ferite’ della montemurlese Eleonora Santanni a Villa La Petraia a Firenze, che si è conclusa proprio domenica, registrando ben oltre 3000 presenze.

L’avvocato-artista Eleonora Santanni

«Sono molto felice, per i visitatori penso sia stata un’esperienza di immersione nel vissuto e nella visione dell’artista. Ho potuto constatare come l’arte può essere un valido veicolo per portare messaggi di valenza sociale. L’arte contemporanea molto spesso resta incompresa nel suo significato, magari stupisce, scandalizza, ma non dialoga con il pubblico. Per questo motivo ho deciso di dedicare tempo per le ‘Visite con l’artista’ – ha spiegato Eleonora – la gente è stata contenta di ascoltarmi, ho cercato di spiegare come tramite il proprio istinto e le proprie passioni si può trasformare un fatto traumatico della vita in una risorsa emotiva e artistica». Una grande soddisfazione ed un buon modo per veicolare messaggi positivi, e soprattutto una spinta per creare nuovi progetti: «Poco prima della chiusura a La Petraia abbiamo realizzato, insieme a Serena Gallorini, un set per Le Scapate Live con una giovane pratese, un altro tassello del progetto da mostrare al pubblico. Inoltre, sto lavorando ad altri due progetti: uno sulla moda, nel quale mi piacerebbe focalizzare in chiave contemporanea sul lavoro minuzioso che sta dietro gli abiti, ed uno sulla nostra appartenenza al pianeta che ci accoglie. Sono sempre alla ricerca di nuove sfide che, da ‘scapata’, non mi spaventano» ha concluso Eleonora Santanni.

Leggi anche:  Arrestato per spaccio a Montemurlo