Sabato 12 ottobre la Giornata AID dell’apprendimento digitale a Officina Giovani: 27 eventi, 40 relatori, 30 scuole e un migliaio di “addetti ai lavori”, docenti, studenti e genitori.

Giornata AID dell’apprendimento digitale

Pane, Amore e DSA, si chiama così uno degli incontri organizzati dall’AID di Prato per sabato 12 ottobre a Officina Giovani nella cornice dell’annuale appuntamento con la Giornata dell’apprendimento digitale, quasi a testimoniare l’impegno e il lavoro quotidiano che servono per “imparare ad imparare”.

Incontri e laboratori per sperimentare come si impara

Ben 27 eventi, 40 relatori, 31 scuole coinvolte, dalle primarie alle superiori, e un migliaio di “addetti ai lavori”, cioè esperti, docenti, studenti e genitori che ogni giorno si inventano strumenti e approcci nuovi per promuovere quell’apprendimento non convenzionale ormai indispensabile per tutti. Bambini e ragazzi infatti in futuro dovranno affrontare nel mondo del lavoro la sfida di una tecnologia in continua evoluzione.

La presidente dell’AID Prato Manuela Zacchini con alcuni insegnanti

Il primo “salone dell’apprendimento”

“Quello che organizziamo a Prato è un vero e proprio salone dell’apprendimento digitale. Sperimentiamo insieme strumenti e tecniche di apprendimento utili a tutti – spiega la presidente dell’AID Prato Manuela Zacchini – Da genitori spesso ci preoccupa la passione dei nostri ragazzi per il mondo digitale, il fatto che siano sempre connessi, ma la verità è che il mondo in cui vivranno, soprattutto quello del lavoro, richiede competenze digitali forti e consolidate. Ed è a scuola che gli studenti possono e devono acquisirle”.

A Officina Giovani non a caso quest’anno ci sono anche alcune aziende – Accademia della confezione, Incorsatura Soccorso, Kelyan Spa e Piante Mati – aziende del tessile, della moda, del giardinaggio dove l’utilizzo di strumenti digitali è ormai pratica quotidiana. Niente più modelli in carta velina, ma simulati al computer e perfino l’allestimento dei giardini si progetta ormai in digitale, prima di mettere mano a semi e tuberi. Ricchissimo il parterre dei promotori, patrocinano la Regione Toscana, il Comune di Prato, la Provincia di Prato e l’Asl Toscana centro, ma collaborano decine di istituzioni, scuole, aziende e anche la Scuola di cinema Anna Magnani e Radio Nocciolina che trasmetterà in diretta la giornata.

Leggi anche:  Successo scolastico: Vernio premia Elena e Teresa - IL VIDEO

Per dialogare meglio con scuole, studenti e famiglie, AID ha inaugurato da pochi giorni anche una propria App. Si chiama Eventi Aid Prato, naturalmente si scarica on line e fornisce un’agenda completa con tutti gli appuntamenti dell’associazione e permette di iscriversi direttamente e con semplicità a corsi, laboratori, aggiornamenti ecc.

A Officina Giovani c’è grande fermento per preparare le 13 sale più spazi esterni che ospiteranno il ventaglio inesauribile di eventi.

Lezioni, laboratori – Innumerevoli le occasioni proposte da esperti e docenti. Alla giornata dell’apprendimento digitale ci saranno fra gli altri Marco Berandinelli, responsabile di Edcation Google Italia e Ikrame Daouane, della Microsoft Education Italia, che presenteranno i nuovi strumenti on line di accessibilità e inclusione. Ci sarà anche il dirigente scolastico Daniele Barca, uno dei pionieri a Modena della scuola digitale, formatori AID come Adele Maria Veste, docenti universitari e tutor come Rodolfo Galati e Maria Rita Mancaniello, psicologi come Giovanni Squitieri, Erica Cordovani e Christina Bachmann, artisti come Samuele Gamba e poi logopedisti, psicoterapeuti, animatori digitali e docenti.

I progetti delle scuole – Moltissimi i progetti presentati dalle scuole della provincia, dalle primarie come la scuola Ancelle Sacro Cuore di Prato e la Merope Tozzi di Montepiano a praticamente tutti gli istituti comprensivi della provincia, con progetti che spaziano dalla robotica alle stampanti 3D, dal QRCode alla grammatica, alla geometria. Fra le scuole superiori ci sono alcuni istituti di altre province toscane, come il liceo Cecioni di Livorno, scuole di Arezzo, di Pistoia e di Pescia. Liceo artistico Brunelleschi e Livi, Gramsci Keynes, Buzzi e Cicognini-Rodari sono fra i partecipanti pratesi.

LEGGI ANCHE: SEGGIOLINO ANTI-ABBANDONO OBBLIGATORIO IN AUTO

LA TRAGEDIA: GIOVANE CICLISTA PRATESE MUORE AD ALESSANDRIA